Pomponesco Piazza 2

Pomponesco in camper: un borgo da scoprire

Pomponesco in camper è una meta da visitare per diversi motivi, uno fra tutti perchè rientra tra i Borghi più belli d’Italia. Sai dove si trova e cosa vedere? Poi, la domanda principale, cosa e dove mangiare?

Iniziamo il viaggio…

Pomponesco dove si trova

Pomponesco si trova in provincia di Mantova e il paese lambisce l’argine maestro il fiume Po. Siamo in piena pianura padana e in inverno la nebbia è l’ingrediente che non manca mai così come le zanzare in estate.

Pomponesco cosa vedere

Pomponesco in camper
Pomponesco Piazza

Sicuramente ti diciamo la caratteristica piazza centrale del paese Piazza 23 aprile, con i palazzi dotati di porticati: qui un tempo vivevano i cortigiani dei Gonzaga, i signori del Borgo che negli anni del Rinascimento tentarono di farne, letteralmente, “una città ideale”: c’è solo una piazza e nient’altro (non è proprio così…). Sotto i portici trovi i caratteristici bar che fanno da sfondo alle tante chiacchiere degli abitanti del paese e dove aleggia il profumo dei cappelletti in brodo o dei tortelli di zucca mantovana, magari conditi con il goloso ragù fatto in casa

I portici ancora in legno creano l’atmosfera giusta per essere scene di film, infatti Bernardo Bertolucci ha girato parte dei due film La strategia del ragno e Novecento. Tinto Brass, invece, alcune scene di Miranda e tutto il film Monella e infine qui sono stati girati gli esterni di Don Camillo.

La piazza centrale si restringe in una piazzetta che indirizza la prospettiva verso la scalinata dell’argine e il fiume. Eh sì, lo sappiamo… se giri le spalle alla gradinata per fare una foto, che fa da sfondo c’è una ciminiera e non è il massimo, ma questo è.

Sulla piazza si fronteggiano con le loro torri campanarie il palazzo comunale e la chiesa arcipretale di Santa Felicita e dei Sette Fratelli Martiri. 

Due curiosità

  • Palazzo Cantoni, appartenuto a una delle più importanti famiglie israelite del paese, si prolunga al piccolo cimitero ebraico dove riposa lo scrittore Alberto Cantoni
  • Il piccolo teatro del paese. Non è un teatro qualunque: inaugurato nei primi del novecento, presenta elementi architettonici tipici di quel periodo ed è molto raccolto, intimo. Se aperto, vai a fare un giro dentro.

Pomponesco e la natura

Ora ci dirai… ok vista la piazza e se aperto il teatro e la chiesa, cos’altro fare?

Una tappa che ti consigliamo di non perdere, se vuoi vivere un’esperienza immersiva nel relax e nella natura sono i percorsi nella Riserva Naturale della Garzaia ovvero l’area naturale protetta situata nell’alveo del fiume Po. Sono i terreni alluvionali del fiume Po e l’area è circondata da salici bianchi dove svolazzano tranquille garzette e pettegole e a quanto pare gufi!

Diversi sono gli itinerari da farsi a piedi oppure in bicicletta:

  • sono due i percorsi uno asfaltato sull’Argine Maestro del Po e farai circa 12 km oppure nel percorso sterrato, circa 10km. Il tragitto poi può proseguire fino a Viadana e dalla parte opposta a Guastalla.
  • oppure parti dalla scalinata lasciandoti alle spalle la piazza, prosegui dritto verso Strada del Peccato e girando a sinistra arrivi a Montecitorio (non quello che pensi tu) bensì il piccolo porticciolo e area pic-nic e tornare poi indietro.

Ricorda solo che per attraversare la Riserva è consigliato un tipo di abbigliamento con colori spenti e cappello, antizanzare, scarpe chiuse e calzettoni.

Dove e cosa mangiare a Pomponesco

Luadel con culaccia Pomponesco in camper
Luadel con culaccia

Per noi di In Camper con Gusto è necessario avere queste informazioni: dove e cosa mangiare a Pomponesco:

La scelta difficile ricade tra i cappelletti in brodo, con il ripieno a base di stracotto di carne bovina, e i tortelli di zucca alla mantovana con mostarda di mele cotogne e amaretti. Tipici anche i maltagliati con fagioli e brodo di verdure.

La specialità che assolutamente non puoi perderti si chiama luadèl. ovvero “la schiacciatina dei poveri”, pane a pasta sfoglia spalmato di strutto da abbinare ai salumi – in primo luogo la spalla cotta – e dei formaggi morbidi.

Oltre a questo bisogna anche citare gli squisiti meloni e angurie, pere mantovane, vini lambruschi di Viadana, salse e mostarde varie da abbinare ai bolliti.

Dove? Nella piazza del borgo e del paese trovi diverse trattorie. Noi ti segnaliamo due locali storici famosi in tutta la zona e anche oltre il Po.

  • Albergo Trattoria il Leone: ubicato in un Palazzo Nobiliare della famiglia Gonzaga datato 163o e poi trasformato in teatro nel corso dell’Ottocento, tra spettacolari travature in legno e mobili d’epoca puoi mangiare in un ambiente elegante, piatti e salumi legati alla tradizione.
  • Trattoria Cavalier Saltini: ubicato proprio sotto i portici in piazza, questa storica trattoria racconta di piatti tipici del territorio come lo stracotto di asina e le lumache, e ovviamente i luadèl

Ma se invece vuoi proseguire di qualche chilometri ecco che a Villastrada di Dosolo in piazza trovi il:

  • Ristorante Nizzoli famosissimo per le sue maialate in stagione e per le giornate con menù della tipicità. Un ristorante che ha una storia che risale al 1910 e che dal 1963 è gestito dalla medesima famiglia. Una particolarità: da qualche anno qui trovi un angolo dedicato allo scirttore Cesare Zavattini, con libri, manoscritti quadri, poesie foto ed altro materiale. Puoi visitare questa raccolta previa telefonata allo 0375/838066.

Pomponesco in camper: dove sostare

Il paese non ha un’area di sosta e purtroppo bisogna accontentarsi del parcheggio di Via Don Primo Mazzolari dal centro sportivo. Non ha allacci, non ha servizi è solo un parcheggio. Il più vicino per ogni necessità è Guastalla.

E poi…? Cosa fare oltre Pomponesco in camper

Pensi sia finita qua? No di certo… sei in una tra le zone più belle della bassa e hai attorno il magnifico Po. Puoi andare a circa 15 km di distanza a San Matteo delle Chiaviche a vedere il famoso ponte di barche, con il tuo mezzo o in bicicletta se sei allenato.

Da una parte hai il ponte di Guastalla e raggiungerla, oltrepassando il Po oppure andando verso Viadana e raggiungere Brescello, nel Reggiano. Insomma… tante sono poi le possibilità di altre visite e altri viaggi, senza mai dimenticare il Gusto.

Buon Km!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
4 camping e 3 itinerari

Scarica la nostra nuovissima guida!

Ti portiamo alla scoperta di 3 fantastici itinerari tutti da vivere!
Abbiamo anche selezionato 4 Camping che renderanno la tua esperienza ancora più memorabile!