copertina

Parigi in camper a Capodanno

Parigi per noi è senza alcun dubbio una delle capitali più belle al mondo e arrivare a Parigi in camper a Capodanno è una emozione del tutto particolare. Sarà per gli immensi boulevards, sarà per la Tour Eiffel, visibile già a chilometri di distanza, sarà per la sua fama di città romantica e ville lumière, ma ripeto entrare a Parigi in camper mi regala sempre una sensazione unica.

Se poi ti accade come a noi di entrare in città al mattino presto di un giorno di festa, quando i viali sono deserti ed incontri solo parigini a passeggio con il cane, e puoi parcheggiare il tuo camper ovunque, beh allora ti senti proprio un re.

Parigi la Ville Lumière

Parigi la città dalla mille luci, e per le festività natalizie questa affermazione è quanto mai vera!

Non c’è viale, piazza, angolo di Parigi che a Natale, più che in altre occasioni, sia illuminato art arte, secondo un preciso disegno. Basta pensare alla coreografia delle luci creata per gli alberi che fiancheggiano gli Champs Elysées che collega l’Arco di Trionfo a Place de la Concorde.

L’accensione di questo viale è diventata una cerimonia ufficiale parigina a cui partecipano il Sindaco e le autorità.

Oppure al panorama che si gode dalla ruota panoramica di Place de la Concorde sui viali: durante il periodo delle festività la coda per salire è lunghissima!

Ma è dalla terrazza della Tour Eiffel addobbata a festa che ci si rende conto della bellezza della Ville Lumière; ogni palazzo ci parla di arte, ogni angolo di strada se osservi, ha un particolare che rapisce; ogni viale, persino il Lungo Senna offrono uno scorcio, un panorama e alla fine torni da Parigi in camper a Capodanno innamorato.

Parigi Champs Elysées
Champs Elysées

Parigi: dove sostare 

Parigi in camper a Capodanno ci ha accolti per ben due volte fra i suo viali e in entrambi i casi abbiamo sempre scelto la sosta in campeggio. Ci sono anche vari parcheggi lungo i viali dei parchi e anche vicino al centre ville, ma noi abbiamo sempre preferito il campeggio  per la comodità sostando diversi giorni in inverno, della luce e delle docce calde.

  • Camping Paris  2 Allée du Bord de l’Eau Uscita A13 Bois de Boulogne   –  Aperto tutto l’anno e prenotabile . Offre servizio navetta fino a Porte Maillot dove è possibile prendere la metro che in 2 fermate porta a Place de la Concorde
  • Camping Paris-Est 110 Boulevard des Alliés, 94500 Champigny-sur-Marne 10Km da Parigi nel Bois de Vincennes – Aperto tutto l’anno – convenzionato con Disneyland Paris- si trova al capolina della linea 101 che porta alla stazione di Joinville le Pont dove prendendo la RER in 40 minuti si arriva direttamente all’Arc de Triomphe.

Parigi: come muoversi

Parigi possiede un ottimo servizio di mezzi pubblici a partire dalla Metro con 14 linee, la RER e autobus che coprono ottimamente la città e le zone più lontane e con orari che vanno dalle 5:00 alle 0:00.

Per spostarti ti consigliamo Paris Visite per più giorni o Mobilis abbonamento giornaliero del costo di €7,50. In alternativa puoi acquistare il Paris Passlib: con esso hai una serie di servizi oltre 1 Paris Visit. con entrambi puoi utilizzare tutti i mezzi di trasporto.

Paris Visite è il classico abbonamento per turisti che dura 24 ore e può essere da 1-2-3 e 5 gg e con esso puoi scegliere le zone dove spostarti. La zona 1-3 copre il centro di Parigi fino ai 2 campeggi. Tutte le info le trovi qui

Se hai pensato di andare alla visita dei musei ti consigliamo di prenotare online giorni prima giorno e orario in cui vorresti fare la visita e di munirti di Paris Passlib che ha validità 2-3 -5 gg e che offre la possibilità di vedere mostre permanenti oltre ad altre attività. Il Louvre è compreso, ma bisogna collegarsi al sito e fare la prenotazione gratuita del giorno e orario.

Ti ricordiamo inoltre che la prima domenica del mese molti musei e monumenti sono gratuiti.

Parigi Tour Eiffel
Tour Eiffel da Tour de Montparnasse

Parigi: a piedi o in metro

E adesso che ti abbiamo dato qualche info?

Scarpe comode, vestirsi a “cipolla, bottiglietta d’acqua, zaino in spalla, macchina fotografica e via!

Molteplici sono le cose da fare e da vedere a Parigi e numerosi sono i chilometri che puoi percorrere a piedi in questa metropoli .

Una considerazione su tutte: se percorri a piedi il tratto che dall’Arco di Trionfo ti porta a Place de La Bastille, passando per il Marais e il Louvre hai già fatto più di 6Km. E se da qui passando per il Panthéon le Giardin du Luxembourg, Saint Germain des Prés, Les Invalide e la Tour Eiffel per tornare all’Arco di Trionfo ecco che hai percorso oltre 15 km a piedi. Quindi comprenderai quanto servono a Parigi le scarpe comode e quanto sia utile la Metro.

Noi siamo stati a Parigi in camper a Capodanno un paio di volte; la prima ce la siamo girata moltissimo a piedi.

Secondo noi, ma questo è un nostro parere, solo così puoi godere a pieno degli scorci di Parigi, delle sue chiese e dei monumenti dei giardini, del Lungo Senna o dei cafè; solo a piedi puoi respirare l’atmosfera bohèmienne tipica parigina.

Ma è verso l’imbrunire, quando le luci delle luminarie prendono possesso di piazze e viali che Parigi diventa magica e resteresti ore ad ammirarla e che a nostro avviso la rende unica.

La seconda volta siamo sempre andati a Parigi in camper a Capodanno ed abbiamo invece optato per visitare Musei e quindi ci siamo mossi in metro prenotando i biglietti in largo anticipo. Ci siamo fermati ai mercatini natalizi di Place de la Concorde e degli Champs Elysées, di Saint Germains des Prés, dove oltre alle numerose bancarelle di oggettistica trovi street food e il sottofondo della classica musica parigina.

Per Natale e Capodanno in tutti i localini, ristoranti, bistrot, brasseries si fa festa e si brinda fino a tardi per non parlare degli spettacoli al Lido e Moulin Rouge. Alla mezzanotte vengono fatti i fuochi d’artifico dalla Tour Eiffel visibili quasi ovunque.

Parigi Notre Dame
Notre Dame de Paris

Parigi le nostre tappe di visita

Parigi andrebbe visitata tutta, ma si sa abbiamo sempre solo a disposizione qualche giorno e se consideriamo il tragitto per Parigi in camper, il tempo sembra sempre troppo poco.

Ma avendo a disposizione 3/4 giorni per visitare Parigi cosa fare?

Premettendo che conviene programmare e prenotare i musei giorni prima ecco la nostra classifica:

  • Marais: il quartiere forse più autentico di Parigi dove vive ancora la più grande comunità ebraica parigina e dove è possibile, fra il dedalo di vicoli, trovare piccoli locali di cucina tipica, pasticcerie, botteghe con scritte ebraiche. Qui ha inoltre sede il Museo Picasso e l’Antica Biblioteca Storica di Parigi.
  • Centre Pompidou: negli anni della sua costruzione ha destato contestazioni per la sua forma così moderna, diversa dall’archtettura parigina. Oggi è un museo d’arte moderna molto apprezzato. Merita una visita non fosse altro per il contrasto con il resto del quartiere.
  • Museo d’Orsay: nella vecchia stazione di Orsay è stato creato il museo più famoso al mondo per la collezione di opere degli impressionisti dipinti fra 1848 ed il 1914.
Interno del Louvre
Louvre Interno
  • Louvre: tutto il complesso meriterebbe un paio di giornate; noi saremmo rimasti ore ed ore a vedere la parte del museo Egizio e tutte le numerose opere italiane esposte nelle altre ali del museo. Ma è una visita che va organizzata nei giorni e nelle varie argomentazioni. Nel cortile delle piramidi invece può succedere di ascoltare violini e musica di artisti di strada. Anche gli adiacenti Giardini de Tuileries e tutto il ricco quartiere attorno al palazzo del Louvre meritano una passeggiata.
La Tour Eiffel
Tour Eiffel
  • La Tour Eiffel: il simbolo mondiale della Francia ti darà un brivido passeggiare sotto la sua arcata e dalla terrazza dell’ultimo piano il panorama è mozzafiato! Ti consigliamo anche qui di prenotare il biglietto saltacoda con anticipo e se possibile di salire al tramonto. Ricorda che nelle giornate di vento spesso la terrazza dell’ultimo piano viene chiusa. Ricordo che noi dovemmo tornare il giorno dopo la prenotazione e che da lassù il dondolio si avverte eccome! Ma una volta saliti, il panorama di Parigi è fantastico e ti cattura.
  • Ile de la Cité, Notre Dame Patrimonio Mondiale dell’Unesco che come saprai ha subito il danni dell’incendio. Un ammirato e commosso silenzio percorre le sue navate mentre il turista ne calpesta il selciato. Ammirazione per tanta bellezza e maestria, non ci vengono altre parole.  All’Ile de la Cité va anche vista la Sainte Chappelle, caratterizzata da vetrate istoriate e si trova nel cortile dove è ubicata l’antica Concièrgérie.

Cattedrale interno

  • Il quartiere Latino merita sicuramente una tappa. Qui ha sede l’antica Università della Sorbona, le Jardin de Louxembourg, uno fra i più bei giardini parigini con il Palazzo del Senato e il Pantheon. Vivace quartiere frequentato da ragazzi e giovani universitari è ricco di localini: dai tipici cafè a quelli più moderni e informali.

Panorama

  • Il quartiere i Montmartre e il Sacro Cuore la basilica famosa per la pietra bianca con cui è stata costruita, e che assieme al nostro Altare della Patria sono considerati i monumenti più bianchi d’Europa. Dall’alto della sua piazza si gode uno splendido panorama su Parigi. Ti consigliamo di salire al Sacro Cuore non con la comoda funicolare, ma di farla a piedi, fra i vicoli ricchi di negozietti, ristoranti, bistrò, alimentari e palazzi. D’altronde siamo in uno dei quartieri più turistici di Parigi, ex borgo degli artisti e quindi ricco di musei, gallerie, case di famosi pittori; è anche meta della vita notturna parigina: a Pigalle troviamo le Moulin Rouge, le Trianon e locali famosi in tutto il mondo.
  • Montparnasse e la Tour de Montparnasse valgono una puntatina per salire in 38 secondi al 56° piano ed ammirare al chiuso e al calduccio da un punto diverso della città la Tour Eiffel e Parigi stessa. E’ possibile con una scala salire infine alla terrazza all’aperto del 59° piano. Il biglietto solitamente cosa €20,00 ma prenotandolo online puoi risparmiare qualche euro.
  • Se hai tempo o viaggi con i bambini, di certo ti consigliamo una meta un po’ diversa, la Grande Galerie de l’Evolution du Muséum d’Histoire Naturelle e i giardini botanici adiacenti. Una ricca collezione di reperti e animali che raccontano i secoli dell’evoluzione animale.

Galleria dell'Evoluzione

Parigi per un pranzo veloce

Anche i café e le brasseries sono una tappa fissa per noi. La possibilità di una sosta al caldo comodamente seduti alle vetrate bevendo una bevanda calda o una bière de Noel, guardando il passeggio dei parigini perennemente di fretta è un modo per conoscere Parigi.

Anche la rinomata cucina francese può offrire nelle brasseries piatti tipici veloci: un calice di vino accompagnato da formaggi e salumi, o l’immancabile omelette ripiena di ciò che più ti piace; la quiche, la soupe à l’oignon, o le crèpes sia dolci che salate sono un piatto veloce e tipico della cucina locale. Se ami la carne puoi trovare gli ottimi Filet Mignon, o il petto d’anatra con la salsa d’arancia e senape. Se invece vuoi mangiare un classico panino francese, ti consigliamo la baguette con il prosciutto cotto affumicato e un velo di burro salato. Li puoi trovare in quasi tutte le panetterie che offrono panini da asporto.

Conclusioni

Di questa Parigi in camper a Capodanno, potremmo raccontarti tanto altro: il Museo dell’arte e della scienza, oppure l’altare al Milite Ignoto dell’Arco di Trionfo, Les Invalides voluto da Luigi XIV, dove si trova anche la tomba di Napoleone; anche i cimiteri monumentali di Parigi sono una meta, ma non finiremmo più di scrivere. Invece ti consigliamo di organizzare per tempo la tua visita a Parigi scegliendo cosa visitare, per godere al massimo anche la sua bellezza e dinamicità. Per questo ti indichiamo il sito  Parigi.it ed organizzare così le tue giornate parigine.

Lungo Senna

Chiudiamo con una frase di Victor Hugo

Qui regarde au fond de Paris a le vertige. Rien de plus fantasque, rien de plus tragique, rien de plus superbe.

Chi guarda nelle profondità di Parigi ha le vertigini. Niente di più fantastico, niente di più tragico, niente di più superbo. (Victor Hugo)

e io ti aggiungo: buoni chilometri. Angela

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
4 camping e 3 itinerari

Scarica la nostra nuovissima guida!

Ti portiamo alla scoperta di 3 fantastici itinerari tutti da vivere!
Abbiamo anche selezionato 4 Camping che renderanno la tua esperienza ancora più memorabile!