in camper a parma e piacenza

In camper a Parma e Piacenza, tra Culatelli e Castelli

Molti dei nostri itinerari partono dalla riflessione che il cibo è cultura e il camper offre l’opportunità di scoprire il territorio in totale tranquillità e relax, in poche parole: permette di fare turismo slow.

I territori tra Parma e Piacenza in particolare sono perfetti per fare questo tipo di turismo, alla scoperta delle città d’arte, della natura e dei sapori tradizionali. Per questo ti proponiamo un itinerario in camper a Parma e a Piacenza, alla scoperta di Culatelli e Castelli!

In camper tra Parma e Piacenza

Abbiamo percorso questo itinerario durante la Festa del Culatello a Zibello (PR) e la Festa dell’Infiorata a Chiaravalle della Colombaia ad Alseno (PC). Parma e Piacenza sono due provincie diverse, ma entrambe ricche di storia, cultura ed enogastronomia.

Siamo partite da Parma e abbiamo raggiunto San Secondo Parmense, dove il primo weekend di giugno si gareggia il Palio delle Contrade di San Secondo, alla corte Dei Rossi, in seguito ci siamo dirette verso Roccabianca, per approdare infine a Zibello.

In questo piccolo borgo della Bassa parmense da non perdere sono il Museo del Cinematografo e il Teatro Pallavicino, per non parlare della perla gastronomica di queste zone: il Culatello.

Il Culatello di Zibello

Il Culatello è un salume antico che nasce fra le mani di esperti norcini, per terminare la stagionatura in cantine a temperature costanti. Alla fine della stagionatura si assaggia e si è subito inebriati dai suoi profumi e sapori intensi. Il consiglio degli esperti è quello di assaggiare almeno due stagionature diverse, in questo modo potrai comprendere come varia il colore ed il sapore dai 24 ai 30 mesi.

Se sei un appassionato, non devi perdere inoltre la Festa del Culatello che si svolge ogni anno ad inizio giugno: un modo per celebrare questa grande tradizione culinaria. Durante la Festa del Culatello puoi sostare con il camper presso l’area di Zibello, vicina al campo sportivo.

in camper a parma e piacenza

Cosa fare a Busseto

Lasciato Zibello, passiamo per Polesine Parmense, dove ci si può fermare per la visita alla Corte Pallavicina, e al Museo del Culatello.

Il nostro itinerario però non si ferma qui e prosegue verso Busseto, città natale del maestro Giuseppe Verdi. Qui ti consigliamo di visitare Casa Barezzi, il Teatro Verdi, Villa Pallavicino, la sede del Museo Verdi e il Museo Renata Tebaldi: una sosta tutta dedicata alla lirica.

Se cerchi un’occasione speciale per scoprire questo splendido borgo emiliano, l’evento perfetto è il Carnevale di Busseto, famoso in tutta la regione.

Abbazia di Chiaravalle della Colombaia (PC)

La tappa successiva è l’Abbazia di Chiaravalle della Colombaia, in provincia di Piacenza. Nel parcheggio adiacente tra l’altro, si può sostare con il camper.

Questa Abbazia Cistercense risale al 1145, ma fu ritoccata in epoca medievale dopo la distruzione da parte di Federico II. La leggenda narra che fu denominata “della Colombaia” perché il perimetro del monastero fu indicato ai monaci da una colomba bianca con delle pagliuzze.

Il periodo dell’infiorata (metà giugno) è il migliore per scoprire questa abbazia unica in Italia. Ogni anno viene richiamato un tema di attualità della vita cristiana. A differenza di molte infiorate italiane, dove il manto fiorito e le rappresentazioni durano solamente un giorno, qui l’opera rimane esposta per almeno 15 giorni.

Non sono da perdere nemmeno la visita al chiostro e alla liquoreria interna, dove si possono acquistare i prodotti artigianali dei monaci, tra cui le famose tisane fatte con erbe curative.

La strada dei ciliegi a Piacenza

Dopo aver ripreso il camper, il nostro itinerario prosegue verso San Pietro in Cerro, passando da Villanova d’Arda e Soarza. Nel periodo delle ciliegie questa strada è particolarmente affascinante, anche perché qui vengono coltivati i famosi “duroni”. Si tratta di una piccola strada percorribile anche in bicicletta, che si perde nella campagna piacentina. In primavera si colora di bianco, mentre in estate è un’esplosione di gemme di un rosso intenso, dal sapore dolcissimo.

in camper a parma e piacenza

San Pietro in Cerro

La prima volta che abbiamo visitato questo graziosissimo castello è stato in occasione di un mercatino natalizio, ma è bello tornare per vederlo anche nel periodo primaverile.

Lasciato il camper nel parcheggio a fianco del Castello, entriamo nel parco del castello e procediamo alla visita della parte sotterranea dove è presente la mostra permanente “I guerrieri di Xi’an: un angolo di oriente”. Nelle sale sono esposte 40 copie perfette degli originali guerrieri di terracotta, autorizzate e autenticate dal Governo Cinese.
Questi guerrieri erano originariamente posti a guardia della tomba del primo imperatore cinese Qin Shi Huang.

Se cerchi informazioni per la visita al castello, visita sito dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
4 camping e 3 itinerari

Scarica la nostra nuovissima guida!

Ti portiamo alla scoperta di 3 fantastici itinerari tutti da vivere!
Abbiamo anche selezionato 4 Camping che renderanno la tua esperienza ancora più memorabile!