Il violino - degustando in bottega - Cremona

Degustando in bottega a Cremona

Cremona è una città che offre moltissime occasioni di visita, di tutti i generi e per tutti i gusti: degustando in bottega è solo una a cui puoi partecipare.

Degustando in bottega

Attraverso questa iniziativa sabato 14 Dicembre Io e Angela abbiamo ascoltato e visto come nasce un violino, (perchè Cremona è la capitale mondiale di questa arte), le sue curiosità e al termine abbiamo fatto la degustazione dei prodotti tipici locali.

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione

Riportiamo questa celebre frase di Hegel perchè è proprio così: sei all’interno della bottega del liutaio, ascolti il suo racconto, ogni dettaglio della storia che ha fatto conoscere Cremona nel mondo per il violino, le particolarità dello strumento, il tipo di legno utilizzato, come si crea un violino, il suo valore, e molto altro.

Entri nel mondo della liuteria, fatto prima di tutto di passione appunto, perchè per fare un violino ne serve veramente tanta, occorre accortezza, manualità, accuratezza nei dettagli: la precisione di ogni singolo centimetro fa la differenza nel suono e questa differenza, alla fine è del violino stesso da un altro.

Occorre sentire il legno vivo, il suono, il tocco sapiente del mastro al suono che emette quando lo prova, la percezione delle sue dita e tutta la sua passione che si tramuta in esperienza.

E’ uno strumento molto elegante e fine e proprio per questo a partire dal legno utilizzato, solo l’abete rosso della Val di Fiemme fino alla fine, alla verniciatura con la resina naturale, è creato dalla mano esperta del liutaio. Al giorno d’oggi, ci racconta il mastro, a Cremona sono presenti circa 160 attività come la sua e pensa, per creare un violino occorrono almeno 2 mesi!

A Cremona c’è la Scuola Internazionale di Liuteria, intitolata al grande Antonio Stradivari: al suo interno lo studente studia il suono e la tecnica, acquisisce esperienza, fa pratica ma solo grazie agli studi del passato e una tecnica solida consente loro di poter progettare ed essere i mastri liutai che oggi vediamo nelle botteghe.

Antonio Stradivari, Andrea e dopo Nicola Amati, Bartolomeo Giuseppe Antonio Guarneri, detto del Gesù, sono alcuni dei nomi che hanno fatto grande la storia del violino e di Cremona nel mondo: i paesi con più richiesta di violini sono l’Oriente e l’Europa. Nel 2018 un liutaio cremonese ha creato perfino un violino blu: ne ha fatto richiesta l’istituto di musica di Bangkok fondato dalla principessa Galyani Vadhana portandolo di persona.

La nostra mattinata prosegue veloce, dopo un’ora quasi di ascolto e di fotografie, di domande e di risposte, perchè era impossibile rimanere in silenzio di considerazioni, abbiamo fatto la degustazione con i prodotti tipici cremonesi:

  • la mostarda con i formaggi
  • il salame cremonese
  • la sbrisolona
  • il torroncino morbido
  • accompagnato da un assaggio di vino

Noi ci siamo fermate qua, ma la visita prosegue con l’audizione di un violino storico presso il Museo del Violino, la visita guidata al centro della città e una presso un produttore di formaggi.

Le nostre conclusioni

Per capire bene cosa vuol dire costruire un violino, e capirne il valore anche economico ed affettivo, devi assolutamente andare da un mastro liutaio per farti raccontare questa storia: questa è una bellissima occasione di visita, ne sarai rapito, almeno quanto è stato per noi.

Per noi è stata una bellissima occasione ed è solo l’inizio di una lunga serie, che ti racconteremo.

Come fare per partecipare a Degustando in bottega

E’ molto semplice: fino al 5 Gennaio 2020, ogni weekend prenotando la tua visita all’Infopoint e acquistando la tessera turistica Welcome card in edizione speciale, potrai accedere a una serie di spunti per visitare la città.

Al sabato si tengono le visite alle botteghe con la degustazione finale, l’audizione di un violino storico presso il Museo del Violino, la visita guidata al centro della città e una presso un produttore di formaggi.

Per la visita guidata ai laboratori di liuteria con degustazione,  (come abbiamo fatto noi) puoi scegliere l’appuntamento del mattino oppure quello del pomeriggio. Tieni conto che se vuoi partecipare alla audizione di uno strumento antico compresa nel pacchetto, si tiene solo il sabato a mezzogiorno,  nell’auditorium del Museo del Violino, a pochi passi dal centro storico.

La visita guidata alla città parte nel primo pomeriggio e nel tardo pomeriggio alla azienda produttrice di formaggi e prodotti caseari, e al suo spaccio aziendale.

Per ogni informazione maggiore ti lasciamo i riferimenti dell’iniziativa dove trovi i prezzi, e il calendario delle attività.

Dove sostare a Cremona in camper

Cremona ha un comodissimo parcheggio gratuito in Piazzale della Croce Rossa 1. Puoi sostare e dirigerti a piedi verso il vicino centro storico. Oppure se vuoi organizzare un fine settimana puoi approfittare del comodo camping Parco al Po, in Via del Sale, 60. Questi i riferimenti

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
4 camping e 3 itinerari

Scarica la nostra nuovissima guida!

Ti portiamo alla scoperta di 3 fantastici itinerari tutti da vivere!
Abbiamo anche selezionato 4 Camping che renderanno la tua esperienza ancora più memorabile!