campo imperatore copertina

Abruzzo in camper: la nostra classifica

Parliamo sempre di luoghi da visitare, piccoli borghi arroccati, parchi naturali, dove sostare fra praterie selvagge e cime imponenti; questa volta abbiamo deciso di parlarti dell’Abruzzo in camper. Una zona dell’Italia che ha alcune similitudini con il nostro Appennino Tosco-Emiliano.

Diverse sono le possibilità di sosta e visite pensando ad un itinerario del genere e nel nostro breve tour dell’Abruzzo in camper abbiamo visitato alcuni luoghi che ci sono rimasti nel cuore e che ti proponiamo nella nostra classifica personale. Alcuni di essi poi sono divenuti anche famosi grazie alla presenza di set cinematografici o fotografici.

Ti stiamo parlando di film come “Lo Chiamavano Trinità”, dove alcune famosissime scene furono girate nel 1971 proprio fra le praterie e i canyon di Campo Imperatore.  In questo altopiano abruzzese sono stati girati oltre 40 film fra cinema e TV. Oppure Rocca Calascio, Castelvecchio Calvisio e Castel del Monte  dove sono state girate diverse scene di film come  Lady Hawke e Il Nome della Rosa o The American o ancora In viaggio con la sposa.

Ma passiamo alla nostra classifica dei luoghi da vedere dell’Abruzzo in camper

Campo Imperatore e i Monti della Laga

Ci troviamo nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Tu puoi decidere di salire in quota con la Funivia del Gran Sasso che parte ogni 30′ da Fonte Cerreto, al costo di €15,00 a/r e parcheggiare il camper nel vasto parcheggio che è proprio sotto al Camping Funivia del Gran Sasso. Se invece, come abbiamo fatto noi ti va di sostare in questo piccolo campeggio, che esiste e “resiste” dal 1974, troverai ad accoglierti la gentilezza della titolare e la spartanità della struttura che dista solo 100 mt dalla funivia, e che garantisce un’oasi di pace . Purtroppo per l’estate 2020 il campeggio è chiuso e quindi l’unica sosta possibile in zona è l’ampio parcheggio Simoncelli proprio sotto.

A Fonte Cerreto, distante nemmeno 20 km dal capoluogo L’Aquila si trova la sede del Laboratorio Nazionale di Fisica Nucleare, mentre sulla sommità di Campo Imperatore ha sede l’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo. Entrambi sono visitabili, ma solo previa contatto e appuntamento diretto.

Puoi invece scegliere la salita in camper fino alla sommità di Campo Imperatore attraverso una comoda e panoramica strada che la domenica è presa d’assalto da auto, bike e camper che parcheggiano un po’ ovunque. Noi abbiamo scelto di salire il lunedì, con la strada praticamente deserta ed è stata un’esperienza fantastica.

Si possono parcheggiare  auto e camper alla sommità dietro al vecchio albergo ad un costo giornaliero di €4,00. Da qui si può decidere di fare le numerose escursioni: o salire sui rifugi in quota o cimentarsi lungo comodi tratturi per escursioni davvero particolari.

“Tratturi”

Una parola che abbiamo incontrato spesso in questo nostro viaggio abruzzese. Sono le antiche vie dei pastori, che ricalcano altre vie di romana prima e poi medievale storia. Permettevano alle greggi di spostarsi dagli altipiani di Campo Imperatore, dove pascolavano nel periodo estivo, alle pianure del Tavoliere delle Puglie, dove venivano portate nella stagione fredda. Ora con l’avvento del turismo legato al trekking e ai cammini, molti di questi tracciati sono stati recuperati e ripristinati per dar modo agli amanti di questo turismo di ripercorrerli a tappe a piedi o a cavallo.

Ma torniamo ai luoghi di questa nostra classifica dell’Abruzzo in camper.

Scendendo da Campo Imperatore  suggeriamo di prendere le indicazioni per Castel del Monte. Ti troverai completamente immerso nella natura composta da praterie, gole e canyon, cime come il Monte Biancastello, che invitano assolutamente a lasciare il camper nei parcheggi lungo la strada e a programmare escursioni.

Una sosta d’obbligo qui sono le Macellerie in località Madonnina: potremmo chiamarla tranquillamente “la Sagra degli Arrosticini“. Senza troppi fronzoli si acquista la carne in una delle due macellerie del luogo e poi la si può cucinare personalmente direttamente nei bracieri messi a disposizione nel prato esterno fra tavoloni e panche di legno: un vero pic-nic fai da te. Qui è anche possibile sostare in camper per la notte.

In questa piana è facile incrociare greggi di pecore, cavalli o vacche che quassù, sotto gli occhi vigili di cani e pastori passano l’estate. Colori, profumi di erbe selvatiche, silenzi e una natura che domina tutto rimangono nel cuore.

Castel del Monte

Definito il Borgo dei Pastori, è un centro fortificato incastonato fra i monti, come molti di quelli che ti proponiamo in questa parte d’Abruzzo. Qui come altrove la popolazione già in epoca romana aveva come  principale attività la pastorizia e la transumanza. Castel del Monte subì numerosi attacchi di briganti, fino a che la popolazione spesso priva degli uomini fuori con le greggi, si ritirò nella parte più alta del borgo dove costruirono gli sporti: gallerie di percorsi viari che si sviluppano sotto le case. Se farai caso in molti borghi dell’Abruzzo se ne vedono: archi altissimi sopra i quali si sviluppano le abitazioni.

Cosa Vedere: 

  • La Torre nata come avvistamento e poi divenuta campanaria.
  • La Chiesa di San Marco la prima chiesa del paese e dove si può vedere lo stemma del 1435 formato dalla Torre  cinta dalle antiche mura poste sui 5 colli che delimitavano il borgo.
  • la Chiesa della Madonna del Suffragio dove si può vedere una statua antica della Vergine Maria che indossa l’antico costume tipico del paese.
  • Il teatro comunale intitolato alla memoria di questo borgo: un pastore-poeta che imparò da solo a leggere e a scrivere leggendo testi durante i lunghi mesi di transumanza.

Dove sostare in camper: abbiamo optato per la sola sosta della visita lungo la strada provinciale.

Calascio e Rocca Calascio

Rocca Calascio Sito Parco
@Gran Sasso Park

Qui si trovano i resti del castello più alto degli Appennini; si erge sopra l’abitato a mt. 1520 e domina i confini di Campo Imperatore e del Gran Sasso.  La particolarità di questo castello, costruito attorno all’anno 1000 e del borgo, è che fu realizzato per comunicare con i castelli posti sulla costa adriatica mediante un sistema di torce notturne e di specchi durante il giorno. Il Borgo e il castello furono distrutti inizialmente da un terremoto nel 1436  e vennero ricostruiti. Ma un nuovo terribile terremoto nel 1703 convinse a lasciare il castello com’era e a ricostruire il borgo nella parte più bassa della collina.

Calascio subì un lento e progressivo spopolamento tanto che ne 1957 si contarono 0 abitanti. Attualmente gli abitanti sono poco più di 100, ma la sua particolarità è dovuta alla struttura stradale del borgo. Viuzze, ciottolate, a gradoni dove ancora è possibile leggere scritte degli anni ’50 sui muri o sui portali o insegne di negozi oggi inesistenti.

Cosa Vedere

  • Il Castello e il vecchio borgo. Qui le visite sono gratuite e per gli orari e le info di apertura consultare il sito. Castello e borgo antico sono divenuti anche famosi perchè vi sono state girate alcune scene de “Il Nome della Rosa” e di “Ladye Hawke“. Quest’ultimo come sappiamo molto bene fu girato anche nel piacentino borgo di Castell’Arquato.
  • Chiesa di Santa Maria della Pietà che si trova appena oltre la rocca. La leggenda narra che qui la popolazione riuscì ad avere la meglio sui briganti, ma molto probabilmente aveva funzione di pellegrinaggio dei fedeli .

Dove sostare in camper: noi abbiamo parcheggiato il nostro mezzo nelle righe blu lungo i viali alberati del paese. Non è possibile salire alla Rocca con il camper e quindi bisogna andare a piedi per quasi 4 km.

Castelvecchio Calvisio

Borgo anch’esso di origine tardo romano, si erge su un colle a dominio della vallata. E’ anch’esso fortificato per difendere le popolazioni dalle aggressioni, ha mantenuto la sua conformazione di viuzze strette sormontate da archi e gradinate di collegamento sopra i quali sono state innalzate antiche case dette anche case-mura.

Cosa visitare:

  • Chiesa di San Cipriano appena fuori dall’abitato che ha antichissime origini probabilmente edificata su un vecchio tempio romano.
  • Palazzo del Capitano che si trova all’ingresso del paese e sul cui portale riporta il simbolo della mezzaluna saracena.

Dove sostare in camper: sulla SP per Calascio si trova un piccolo parcheggio dove è ammessa la sola sosta per 5 camper al massimo.

Ci spostiamo di circa 65 km e dal Parco Nazionale del Gran Sasso e della Laga andiamo verso il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e precisamente ci troviamo nella Marsica abruzzese. In questi luoghi la natura si presenta  con valli e gole solcati da fiumi come il Sagittario ed il Sangro o laghi e montagne dove vivono cervi, lupi e l’Orso marsicano,

Nella nostra classifica per un viaggio in Abruzzo in camper ti consigliamo:

Gole del Sagittario

Sulla strada che da Anversa porta al Lago di Scanno, la natura ha creato uno spettacolare canyon di roccia calcarea che si sviluppa per circa 10 km ed il WWF vi ha creato un’Oasi di Riserva Naturale Regionale. SI ha la possibilità di fare ottime escursioni grazie anche ad una sentieristica organizzata da pannelli, in modo da visitare liberamente la zona.

Dove sostare in camper: ad Anversa c’è un’area sosta camper proprio sulla strada che passa vicino al fiume e dove parte la sentieristica. Attenzione perchè la strada è in forte pendenza ed è abbastanza stretta.

Il Lago di Scanno e Scanno

Il Lago di origine glaciale, visto dall’alto assume una forma di cuore ed è rilassante fermarsi lungo le sue rive per prendere il sole o fare una sosta presso i vari ristorantini sulla riva.

Scanno è conosciuto dai più come il paese dei fotografi e se come me ami fare foto comprenderai subito come mai fotografi famosi hanno scelto Scanno per reportage fotografici. Camminare per i vicoli di questo paese composto anch’esso da scalinate di collegamento fra borghi e case, arroccato sulla parete di una montagna lo fa sembrare un piccolo presepe meraviglioso. Un’altro angolo di Abruzzo da amare, un’armonia di architettura dove veramente è impossibile non trovare uno scorcio da fotografare. E’ da molti considerato in assoluto uno dei più bei borghi dell’Abruzzo, ma credo che la gara fra tutti i borghi visitati sia davvero difficile.

Una particolarità da vedere: la Fontana del Sarracco di importante costruzione architettonica con 5 cannelle per bere sovrastate da 5 effigie di pietra; ognuna raffigura un ceto sociale dove nobili uomini e donne o semplici viandanti potevano dissetarsi.

A Scanno inoltre esiste una pasticceria famosissima in tutto l’Abruzzo per la produzione di un dolce tipico il “Pan dell’Orso” composto da tre tipologie di farine, burro miele zucchero arancia limone e aroma di mandorla. Oppure i mostaccioli o i biscotti di prati verdi che si possono trovare presso un piccolo biscottificio artigianale del centro.

Dove sostare in camper: esiste un parcheggio autorizzato per Pulmann e camper alla base del centro storico, ma preparati perchè poi è tutto in salita! Segui le indicazioni del Parcheggio Pulmann.

La zona del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise

Proseguiamo la nostra classifica e da Scanno entriamo nel Parco Nazionale, una delle zone meglio preservate dal punto naturalistico d’Italia e fra le più importanti. Qui la natura è la vera protagonista: percorsi di trekking itinerari a cavallo o MTB, tratturi montagne flora e fauna. Questo è il biglietto da visita dei prossimi borghi che ti presentiamo. Ovunque lungo le strade troverai i famosi cartelli indicanti attraversamento cervi e orsi.

Pescasseroli

Pescasseroli
Borgo di Pescasseroli

Turismo tutto l’anno in questo unico borgo pianeggiante fra i tanti visitati nel nostro tour.  Sormontato da cime dove in inverno è possibile sciare ed in estate fare bellissime passeggiate e andare alla scoperta del parco.

La semplice passeggiata per le vie del centro storico è godere delle bellezze semplici ma curate delle case dei balconcini fioriti e dei numerosi localini dove fermarsi a chiacchierare o a degustare piatti tipici della cucina abruzzese.

Cosa visitare

  • qui nacque Benedetto Croce ed è possibile fare una visita guidata della casa dove visse da ragazzo
  • Oasi Faunistica del Parco: è una sorta di parco in miniatura, dove poter avere un’approccio dell’immenso patrimonio naturalistico che è il parco stesso. Vi si trovano alcuni esemplari di fauna che vengono definiti “ospiti” in quanto arrivati in condizioni di impossibilità di recupero in natura.

Dove sostare in camper:  diverse sono le possibilità di sosta fra campeggi e aree sosta camper in tutto il comune.

 

Ultimo borgo di questa nostra classifica, ma solo perchè siamo arrivati qui al nostro giro di boa del tour dell’Abruzzo in camper ed è quello più a sud fra tutti gli elencati, è Barrea.

Barrea

Barrea panorama
Panorama di Barrea

Domina dall’alto dal 1067 tutta la piana fino a Villetta Barrea e Civitella Alfedena che si trovano sul lato opposto del Lago di Barrea. E’ Comunità Ospitale dei Borghi più belli d’Italia ed il suo centro storico è un’altro esempio delle fortificazioni abruzzesi.

Si intravedono ancora i resti imponenti nelle mura nel castello dominante il borgo con la torre di avvistamento e nella porta di ingresso al centro storico. Dall’alto il panorama sull’invaso artificiale è spettacolare: il turchese delle acque contornato dal verde dei prati e dei boschi in estate, o dai colori del fogliage in autunno, con le sue cime montuose ne fanno a nostro avviso un quadro assolutamente unico e da fotografare.

Ma anche la semplice passeggiata nel borgo offre scorci fotografici; da un piccolo portone di un garage privato in piazza, una finestra balcone si affaccia sulla gola del Sangro che esce dalla centrale idroelettrica del lago. Oppure da una delle balconate più alte del borgo gli spunti fotografici possono essere tanti

Negozi dove poter fare acquisti alimentari e persone gentili con cui scambiare due chiacchere per conoscere le genti d’Abruzzo.

A Barrea è possibile anche fare balneazione: infatti due sono i lidi attrezzati per il sole e per i bagni nelle acque del lago che è stato definito fra i più puri e limpidi dell’Abruzzo.

Cosa vedere

  • Qui come altrove si possono visitare musei, come quello della Civiltà Safina che assolutamente consigliamo per comprendere l’importanza storica di questa zona. Oppure quello dei pipistrelli; qui infatti vive una colonia autoctona di pipistrelli che si sta cercando di salvare e tutelare.
  • Il Castello Monumentale dalle cui torri si gode la migliore vista del lago
  • A Civitella Barrea si può visitare il museo della transumanza aperto solo i festivi
  • A Civitella Alfedena il Museo del Lupo il primo in assoluto ad essere nato in Italia sul Lupo Appenninico e sulla Lince.

Dove sostare

Angela e Maria Di Giampaolo
Maria Di Gianpaolo e Angela

 

La sosta a Barrea senza dubbio va effettuata presso Barrea Sosta Camper che si trova alla base del borgo e a due passi dal Lago. Qui potrai conoscere Maria e Roberto una coppia di pescaresi ex campersti e da loro potrai senza dubbio ricevere tutte le informazioni sul territorio ed essere consigliato sulle visite nei paesi vicini o sulle escursioni a piedi.

L’area sosta camper, essendo aperta tutto l’anno,  offre la possibilità ai propri ospiti di poter visitare  questa parte d’Abruzzo.

Ma se avrai la possibilità di andare verso settembre durante il foliage, quando i cervi vanno in amore, potrai davvero ascoltare i loro bramiti. Infatti qui non è difficile incontrare lungo la strada o nei sentieri i cervi pascolare liberamente.

Conclusioni

Sicuramente per le soste e i campeggi o gli agriturismi, in questa estate 2020 ti consigliamo di verificare la loro apertura perchè alcune causa pandemia sono rimasti chiusi.

Ma in tutto questo tour dell’Abruzzo in camper che fine ha fatto la enogastronomia?

Beh questo è sicuramente l’argomento di un prossimo articolo, magari

Abruzzo da mangiare

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
4 camping e 3 itinerari

Scarica la nostra nuovissima guida!

Ti portiamo alla scoperta di 3 fantastici itinerari tutti da vivere!
Abbiamo anche selezionato 4 Camping che renderanno la tua esperienza ancora più memorabile!